Patente B, cambia tutto: grandi novità nel 2024, cosa dice il nuovo Codice della Strada

Grandi novità sono in arrivo in tema patente per il 2024 a causa dei cambiamenti del nuovo Codice della Strada, che apporta revisioni importanti.

La nuova legge interessa ovviamente tutti perché si tratta di una vera e propria riforma del Codice della Strada. Non è la prima messa in atto, come è stato dimostrato proprio di recente, ed è il frutto di un lungo lavoro per migliorare la sicurezza di tutti.

patente B, cambia tutto
Come cambiano le regole con la patente B (4minuti.it)

Ci sono variazione anche inaspettate che riguardano sia coloro che sono patentati da tempo, e che quindi dovranno affrontare i cambiamenti con aspetti a cui non erano abituati, che i neopatentati, i quali si trovano così a modificare subito abitudini con una patente appena ricevuta.

Riforma Codice della Strada, novità importanti

Secondo quanto stabilito dalla riforma, per quanto concerne i più giovani (o comunque i patentati che hanno conseguito la stessa in un massimo di tre anni), potranno guidare una vettura con cilindrata più potente. In base all’emendamento, viene stabilito che coloro che hanno una patente di tipo B potranno, relativamente alla tara, scegliere una vettura superiore a 75 kW/t.

Le novità del nuovo Codice della Strada
Cosa dice il nuovo Codice della Strada (4minuti.it)

Per quanto riguarda i veicoli di categoria M1 o per auto elettriche, ibride e simili, si applica un limite massimo di potenza di 105 kW. Un netto cambiamento, perché adesso le soglie sono di 50 e 70, quindi è una variazione notevole. I veicoli che rientrano nella classe M1 sono quelli adibiti al trasporto persone, con 4 ruote e un massimo di 8 posti oltre quello del conducente.

Con la patente di tipo B è possibile guidare sia le auto che i furgoni. Questa novità, però, cambia anche il criterio, in quanto di fatto la legge ora dice che con tale tipologia di patente il guidatore può scegliere qualunque autoveicolo adibito al trasporto persone con un totale di 9 posti al massimo. In pratica, sarà consentito guidare un piccolo pulmino, oppure un camper, ovviamente condizione imprescindibile il numero di posti da rispettare, per quelli superiori occorre avere la patente D o D1.

Un’altra variazione importante da notare è quella che riguarda le tonnellate, il massimo di 3.5 indica infatti una massa complessiva. Dunque, sostanzialmente, il guidatore può usare la patente B con veicoli di tipo commerciale leggero. Oltre ai furgoni, si potranno guidare anche quelli con rimorchio, sempre però rispettando determinati limiti, ovvero il peso entro i 750 kg, nei casi di rimorchio superiore solo con una massa che non sia eccedente le 3.5 tonnellate.

Insieme ad auto, furgoni e rimorchi, con la patente B sarà anche possibile guidare motoveicoli, tricicli, motocicli con 125 di cilindrata e comunque una potenza massima di 11 cavalli. Attenzione ad alcune eccezioni, come macchine operatrici, mezzi cingolati e per emergenza.

Impostazioni privacy