Nuovi bonus donna da decine di migliaia di euro: approvati ufficialmente

Grande novità in arrivo per tutte le donne italiane: sono stati approvati dei bonus ricchissimi, che potrebbero cambiare loro la vita.

Uno dei temi più delicati ed importanti, in Italia ma non solo, è quello dell’occupazione femminile. Il governo si impegna molto, infatti, nell’assicurare posti di lavoro certi e stimolanti, che non vacillino in caso di maternità e per i quali il fatto di essere una donna, di avere dei figli o di avere una certa età non siano ostacoli. Per sostenere la natalità, inoltre, lo Stato ha pensato a degli incentivi specifici per le mamme lavoratrici, così che possano sia dedicarsi alla creazione di una famiglia che alla propria carriera.

Nuovi bonus donna per tutti
Nuovi bonus donna per tutte: in cosa consistono (4minuti.it)

C’è, però, una grande novità in merito ai bonus donna, tanto apprezzati dalla popolazione femminile. Sia a livello nazionale che regionale sono attivi molti incentivi, alcuni dei quali sono davvero ricchi: ecco tutto quello che c’è da sapere, se si è donne e si vive in Italia nel 2024.

Bonus donna, tanti incentivi per l’imprenditoria femminile

Iniziamo da ON Oltre Nuove imprese, un mix tra un finanziamento a tasso zero e un contributo a fondo perduto. Pensato per sostenere le micro e piccole imprese composte da giovani under 35 o da donne di qualsiasi età, finanzia gli investimenti finalizzati a realizzare, ampliare, diversificare o trasformare attività già esistenti: per ottenerlo si deve inoltrare la domanda tramite il sito di Invitalia.

Nuovi bonus donna per tutti
I nuovi bonus dedicati all’imprenditoria femminile (4minuti.it)

C’è poi il Nuovo SELFIEmployment, con prestiti a tasso zero e senza garanzie pensati per donne inattive e disoccupate di lungo periodo. Per le residenti in uno dei territori indicati da Invitalia, invece, è attiva la misura Investimenti innovativi sostenuti da imprese femminili nei Comuni montani, una serie di agevolazioni pensata per le start up costituite prevalentemente da donne.

Da non perdere anche il Fondo Smart e Start, al quale il Ministero ha destinato 100 milioni di euro. Si tratta di un Bando nazionale che favorisce e supporta le start up femminili innovative ad alto contenuto tecnologico in tutte le regioni d’Italia. Per le donne che hanno subito violenza, invece, il Microcredito di Libertà è un finanziamento a tasso 0 che sostiene lo sviluppo di attività imprenditoriali tutte loro: l’importo massimo è di 50mila euro e questo prevede anche la guida di un tutor di microcredito personale.

Impostazioni privacy