Grissin Bon sconfitta in Gara 3 da Venezia. Domani e domenica i match decisivi

grissin

Reggio Emilia, Italia, 2015-06-04

Per il lituano si parla di un grave infortunio muscolare che potrebbe tenerlo nelle prossime due partite, anche se la società cercherà di recuperarlo almeno per domenicaportante finale di stagione

di LORENZO CHIERICI

CHE tegola! L'infortunio di Darjus Lavrinovic proprio non ci voleva. La prima frazione era terminata 23 pari e il match sembrava avvincente, ma senza il lituano il gioco biancorosso è calato e non poco. I biancorossi hanno giocato col cuore, malgrado il contraccolpo, lasciando avanzare Venezia. A un certo punto la Grissin Bon ritrova la verve giusta e tenta una clamorosa rimonta, ma l'errore di Diener pesa davvero molto e la sua bomba finale arriva tardiva tant'è che la contesa si chiude sul 70-76 per la Reyer che si è portata così sul 2-1. Venerdì, in Gara 4, la Grissin Bon, quasi certamente, non potrà schierare il suo fuoriclasse lituano e saranno Cervi o Chikoko a dover sopportare il peso sotto la plancia.

 

IL TABELLINO DELLA PARTITA

GRISSIN BON REGGIO EMILIA 70

UMANA REYER VENEZIA 76

(Parziali: 23-23; 12-20; 14-18; 21-15)

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Polonara 14,Cervi  2,  Silins 11, Diener 8, Cinciarini 6, Mussini 2, Chikoko 6,  Lavrinovic 6, Della Valle 10, Pini , Kaukenas 5. Allenatore: Menetti.

UMANA REYER VENEZIA: Stone 3, Peric 22, Goss 19, Ortner 2, Viggiano 8, Jackson  Ruzzier, Ress 16, , Nelson 2, Aradori 2,  Ceron, Dulkys 2.  Allenatore: Recalcati.
Arbitri:
 Paternico’ Carmelo, Sabetta Enrico, Rossi Michele.

Note: tiri da 2: Grissin Bon 20/33 (61%); Umana Reyer 17/33 (52%); tiri da 3: Grissin Bon 7/22 (32%); Umana Reyer 10/28 (36%); tiri Liberi: Grissin Bon 9/15 (60%); Umana Reyer 12/14 (86%);  rimbalzi:; Grissin Bon 27; Umana Reyer 36 falli: Grissin Bon 22; Umana Reyer 19; Spettatori: 3.450.

 

I DUE ALLENATORI

MAX MENETTI

"Quando si è fatto male Lavrinovic eravamo 10-7 - ha spiegato il tecnico - L'uscita dal campo di Darjus è stata una brutta botta per la squadra e gli stessi tifosi si sono accorti di quanto fosse accaduto. Eravamo sotto choc e i primi 2 quarti ci sono sfuggiti via perché ci siamo dovuti inventare un altro basket. Il nostro sistema di gioco si basa tutto sulla presenza di Darjus e non era semplice cambiare modo di giocare. Siamo scivolati indietro nel punteggio, poi siamo risaliti, ma l’errore di Diener e il successivo canestro di Goss hanno fermato la nostra rincorsa. La cosa che più mi preoccupa è che l'infortunio di Lavrinovic è grave: si tratta di uno stiramento o addirittura uno strappo muscolare. Saranno i medici a fare la diagnosi. Di certo, purtroppo, non ci sarà venerdì quando saremo chiamati a dare tutto sul parquet del PalaBigi e la nostra gente dovrà sostenerci per cercare di portarci alla vittoria. Cervi, senza Lavrinovic, avrà una chance importante per mettersi in mostra e dimostrare di essere un grande giocatore".

CARLO RECALCATI

"La nostra è stata una partita di sostanza - ci spiega il coach dell'Umana - Il nostro obiettivo era quelli di avere il controllo del gioco e in parte ci siamo riusciti. Abbiamo chiuso bene in difesa e a un certo punto ho scelto di schierare 3 piccoli e questo ci ha dato il primo vantaggio perché in attacco muovevamo bene la palla e dietro chiudevamo le transizioni della Grissin Bon. I biancorossi sono stati bravi a cambiare difesa e a reagire, approfittando del fatto che noi abbiamo avuto la sensazione di aver preso in pugno la gara. Siamo però stati bravi anche noi a recuperare il nostro vantaggio aiutati da un eccellente Goss".

Commenta l'articolo

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica Il Giornale di Reggio Edizione del 01/12/2018
  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

Warning: Variable passed to each() is not an array or object in /var/www/sarat1022/showx/showcore.inc.php(267) : eval()'d code on line 14
×