"Untore telematico" infetta 115mila cellulari in 2 anni

Italia, 25/06/2007

Operazione di sette mesi della polizia, poi l'annuncio dell'arresto

MADRID (25 giugno 2007) - Ha infettato 115mila cellulari in Spagna e all'estero, continuando a sfornare nuove varianti dei virus CommWarrior e Cabir a partire dal 2005. Un 28enne di Valencia è stato arrestato in Spagna dopo un'indagine durata sette mesi, che ha impiegato numerosi uomini e portato a diverse perquisizioni e sequestri. La cattura dell' "untore" telematico era diventata così importante che a darne l'annuncio è stato lo stesso ministro dell'Interno di Madrid. Il giovane, da parte sua, non guadagnava un centesimo dalla sua attività: lo faceva per il solo gusto di farlo.

I virus erano creati appositamente per il sistema operativo Symbian, il più diffuso sugli smartphone: una volta penetrati in un cellulare, si propagavano automaticamente. Per prima cosa il virus veniva inviato via bluetooth a tutti i cellulari nelle vicinanze, poi il telefonino infetto inviava il virus a tutta la sua rubrica, camuffandolo a volte da foto erotica in MMS, a volte da notizia di sport o da barzelletta e in altri casi addirittura da antivirus per cellulari.

Commenta l'articolo

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

×