Artoni confermato agli arresti domiciliari

Artoni confermato agli arresti domiciliari

Reggio Emilia, Italia, 2018-11-09

Allo stesso modo il complice Aldo Ruffini è stato confermato colpevole

Don Ercole Artoni riceve una conferma per la misura cautelare come già era successo per l’altro indagato, il commerciante Aldo Ruffini che si trova in carcere. I due sarebbero stati accusati di minacce nei confronti presidente del tribunale Cristina Beretti per ottenere il dissequestro del maxi patrimonio da 24 milioni di euro di Ruffini. Contestata anche l’aggravante di aver fatto riferimento “agli associati della ’ndrangheta cui fanno a capo i Grande Aracri, processati in Aemilia, processo presieduto anche dalla Beretti”. Don Ercole Artoni si era inoltre difeso così: “Sono stato mal interpretato. Non volevo minacciare né tantomeno spaventare la dottoressa Beretti: ho solo riferito, nell’ambito di due incontri avvenuti per altri motivi, delle frasi che mi preoccupavano”.

Commenta l'articolo

Video del giorno

Trump rivendica i missili: "Damasco ha violato le Convenzioni sull'uso delle armi chimiche"

Immagine del giorno

Guerra in Yemen, Msf denuncia atroce emergenza umanitaria

Guerra in Yemen, Msf denuncia atroce emergenza umanitaria

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica Il Giornale di Reggio Edizione del 03/11/2018
  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

Warning: Variable passed to each() is not an array or object in /var/www/sarat1022/showx/showcore.inc.php(267) : eval()'d code on line 14
×