Spread a quota 290, senza battute d’arresto

Spread a quota 290, senza battute d’arresto

Italia, 15/05/2019

Il governo potrebbe sforare il deficit del 3% con la prossima legge di bilancio

Piazza Affari penalizzata dal rialzo dello spread oltre quota 287 punti, in calo dopo un avvio in lieve rialzo. A provocarne il balzo sono state le parole del vicepremier Matteo Salvini, secondo un report di Unicredit e Mps: “I Btp sono stati sotto pressione dopo i commenti di Matteo Salvini sul deficit. Rimangono sotto pressione i Btp dopo alcune dichiarazioni del Vice Premier, Salvini, sul fatto che il governo potrebbe sforare il deficit del 3% con la prossima legge di bilancio”. Ftse Mib perdura con lo 0,74%, Ubi Banca al (-1,51%), Intesa (-1,35%), Unicredit (-1,55%) e Banco Bpm (-1,41%). Male anche Poste (-0,72%) ed Mps (-0,76%), mentre in rialzo si segnala Ferragamo (+8,3%), Juventus (+1,09%) ed Stm (+0,6%).

Commenta l'articolo

Guida ai comuni

Area download

  • Scarica la guida Aggiornamento Settimanale
  • Il nostro comune SPECIALE VAL D'ENZA
Ricerca attivita

Il sondaggio

×