accessi quotidiani
abbonati alla newsletter
SCARICA GRATIS IL GIORNALE DI REGGIO
IL NOSTRO COMUNE:
VALDENZA
SCARICA LA GUIDA "IL NOSTRO COMUNE"
400 EDIZIONI
ANNUALI
AGGIORNATE
citta
Boom di carte di credito: si compra ora e si paga poi
Con l’avvicinarsi delle festività le richieste di tessere sono aumentate del 20%

REGGIO EMILIA (24 dicembre 2012) - Per non rinunciare a regali, vacanze e panettone, i consumatori si orientano su uno strumento che può dare almeno un momentaneo sollievo: la carta di credito, che rimanda le preoccupazioni all’anno nuovo, grazie all’addebito posticipato delle spese.
Come evidenziano gli ultimi dati dell’Osservatorio SuperMoney (portale web che confronta i prodotti bancari, assicurativi e utilities), c’è un boom di richieste di carte di credito con l’avvicinarsi del periodo natalizio: nel mese di novembre, le domande sono cresciute del 20% circa rispetto allo stesso periodo del 2011 e del 13% rispetto a ottobre. Il boom del ‘denaro di plastica’ si spiega, in parte, con la crescente difficoltà a ottenere prestiti, in seguito alla stretta creditizia. Il ‘tradizionale’ piccolo prestito che veniva richiesto per i regali di Natale oggi è più difficile da ottenere, motivo per cui i risparmiatori guardano con nuovo interesse alle carte, che permettono di posticipare il pagamento delle spese e, nel caso delle revolving, consentono di spendere somme superiori alle proprie disponibilità, grazie a una sorta di prestito incorporato.
Secondo l’Osservatorio SuperMoney, con l’avvicinarsi del periodo natalizio, gli italiani sono orientati soprattutto verso le carte rateali (35,8% delle richieste), che permettono di rimborsare gli acquisti in piccole rate, anziché in un’unica soluzione. Al secondo posto, troviamo le classiche carte a saldo, che sono state richieste a novembre dal 34% del campione: in questo caso, la ‘stangata’ natalizia arriverà con l’anno nuovo, nella data concordata con la banca. Le carte prepagate riscuotono un successo inferiore e ottengono il 30,2% delle preferenze: si tratta di strumenti che non permettono di ottenere credito e dunque si rivelano meno adatti per le ingenti spese del Natale.
I soldi per i pagamenti devono essere caricati sulla carta e vengono scalati nel momento stesso in cui si effettua l’acquisto. La spesa media dichiarata da chi cerca una carta di credito sotto Natale non è, però, elevata: quasi il 40% del campione, a novembre, ha detto di spendere tra i 250 e i 500 euro, mentre il 44% resta al di sotto dei 250 euro. Poco più del 16% si concede spese maggiori di 500 euro al mese e appena il 6% paga oltre i mille euro mensili con la propria carta di credito.
«Gli italiani, da sempre affezionati ai contanti, stanno scoprendo gradualmente i vantaggi delle carte di credito, incentivati anche - commenta Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney - dalla misure introdotte dal governo, che ha ridotto a mille euro il limite massimo per i pagamenti con denaro liquido. L’addebito posticipato delle spese è uno strumento utile per chi non ha l’immediata disponibilità delle somme di cui ha bisogno, una situazione piuttosto comune nel periodo natalizio. Attenzione però ai costi che le carte comportano: in particolare, le carte revolving (con cui la banca, di fatto, fa un prestito al cliente) hanno tassi di interesse che arrivano a sfiorare il 20%». 

Commenta articolo:

Mafie, il direttore Cna boccia Coffrini e incita gli imprenditori a tenere gli occhi aperti
citta - [2.10.2014]

REGGIO EMILIA (2 OTTOBRE 2014) – La mafia a Reggio è soprattutto la “nuova mafia” dei colletti bianchi. Lo sostiene il direttore generale della Cna di Reggio Emilia, Fabio Bezzi.

Meningite, muore un bimbo di Chiozza di appena 8 mesi
citta - [2.10.2014]

REGGIO EMILIA (2 OTTOBRE 2014) – Un bambino di 8 mesi, Elia Mendicino di Chiozza di Scandiano, è deceduto nella serata di lunedì, verso la mezzanotte, all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, a causa di una sepsi da probabile infezione da meningococco, in via di accertamento.

Gli "ufo" della Pietra “atterrano” a Reggio: stasera conferenza e foto eccezionali all’Oratorio della Trinità
citta - [2.10.2014]

REGGIO EMILIA (2 OTTOBRE 2014) -  Per la prima volta le “sfere di luce” della Pietra di Bismantova scendono in città, a Reggio Emilia, e diventano protagoniste di una conferenza nello storico Oratorio della Trinità, in via San Filippo  14,  sede della Far-Studium Regiense che organizza l’evento.

Contraffazioni: artigiani reggiani in ginocchio. Lo dice un’indagine Confartigianato
economia - [1.10.2014]

REGGIO EMILIA (1 OTTOBRE 2014) – La multinazionale del ‘falso’ fattura 200 miliardi l’anno in tutto il mondo, ma la cifra è destinata a crescere del 74,5% in dieci anni, in linea con la dinamica del commercio internazionale. La contraffazione è un ‘affare’ di dimensioni globali che in Italia vale 6.924 milioni, pari allo 0,45% del Pil, e la provincia di Reggio Emilia è al ventiseiesimo posto in questa classifica delle patacche.

La Guardia di Finanza sequestra 5500 prodotti di cancelleria e accessori per la telefonia contraffatti
citta - [1.10.2014]

REGGIO EMILIA (30 SETTEMBRE 2014) - Con l’inizio dell’anno scolastico la Guardia di Finanza di Reggio Emilia  ha intensificato i controlli a contrasto della vendita di prodotti contraffatti e, soprattutto, di articoli potenzialmente pericolosi per la salute dei minori e dei consumatori in genere.

SCARICA LA GUIDA
"NOI CITTADINI"
aggiornamento settimanale
Registro Aziende Sostenitrici
ricerca aziende
 
TV IN DIRETTA (SELEZIONA CANALE)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
Per effettuare una ricerca si può inserire una qualunque combinazione di termini o una data specifica.
Ricerca libera  Ricerca per data
L’Europa fa rima con Euro, ma è una moneta che ci sta sulle scatole

L’Europa fa rima con Euro, ma è una moneta che ci sta sulle scatole
di Andrea Pamparana

Elezioni Europee: milioni di cittadini in contemporanea in tutto il continente sceglieranno i propri rappresentanti al Parlamento europeo per i prossimi cinque anni. Un politico in Italia ha promesso...dentiere per gli anziani e crocchette meno care per cani e gatti.

La cura del rigore non può ammazzare il malato

La cura del rigore non può ammazzare il malato
di Tiziano Motti

 Subito liquidità dall’Europa per salvare il sistema della imprese, piano a vasto raggio per il lavoro, impiego immediato di tutti i fondi strutturali disponibili, grandi infrastrutture in project financing, varo degli Eurobond per ridurre gli interessi sul debito degli Stati.

Solidarietà a imprenditori e operai suicidi
Magdi Cristiano Allam

Lancio la proposta di promuovere una giornata nazionale di lutto e solidarietà...

Giustizia per il popolo greco
Magdi Cristiano Allam

Nessuna pietà per i greci! I loro governanti sono stati degli imbroglioni...

La dittatura mediatica
Magdi Cristiano Allam

La dittatura finanziaria non potrebbe sussistere senza la dittatura mediatica...

Un confessionale itinerante per "inseguire" i fedeli

Un confessionale itinerante per "inseguire" i fedeli

Per avvicinare i fedeli in Polonia è nato il primo confessionale mobile, un furgone allestito che ha ottenuto il nulla osta del vescovo Edward Dajczak della diocesi di Koszalin

A Berlino il primo ristorante per cani e gatti

A Berlino il primo ristorante per cani e gatti

Anche Fido, ora, ha il suo ristorante. Ha aperto infatti in pieno centro a Berlino il primo ristorante completamente dedicato agli amici a quattro zampe

Arriva lo slip anti-puzzette

Arriva lo slip anti-puzzette

La soluzione per chi soffre di meteorismo arriva da un'azienda britannica specializzata in articoli medici che ha lanciato sul mercato un nuovo modello di biancheria intima