accessi quotidiani
abbonati alla newsletter
SCARICA GRATIS IL GIORNALE DI REGGIO
IL NOSTRO COMUNE:
VALDENZA
SCARICA LA GUIDA "IL NOSTRO COMUNE"
400 EDIZIONI
ANNUALI
AGGIORNATE
citta
Boom di carte di credito: si compra ora e si paga poi
Con l’avvicinarsi delle festività le richieste di tessere sono aumentate del 20%

REGGIO EMILIA (24 dicembre 2012) - Per non rinunciare a regali, vacanze e panettone, i consumatori si orientano su uno strumento che può dare almeno un momentaneo sollievo: la carta di credito, che rimanda le preoccupazioni all’anno nuovo, grazie all’addebito posticipato delle spese.
Come evidenziano gli ultimi dati dell’Osservatorio SuperMoney (portale web che confronta i prodotti bancari, assicurativi e utilities), c’è un boom di richieste di carte di credito con l’avvicinarsi del periodo natalizio: nel mese di novembre, le domande sono cresciute del 20% circa rispetto allo stesso periodo del 2011 e del 13% rispetto a ottobre. Il boom del ‘denaro di plastica’ si spiega, in parte, con la crescente difficoltà a ottenere prestiti, in seguito alla stretta creditizia. Il ‘tradizionale’ piccolo prestito che veniva richiesto per i regali di Natale oggi è più difficile da ottenere, motivo per cui i risparmiatori guardano con nuovo interesse alle carte, che permettono di posticipare il pagamento delle spese e, nel caso delle revolving, consentono di spendere somme superiori alle proprie disponibilità, grazie a una sorta di prestito incorporato.
Secondo l’Osservatorio SuperMoney, con l’avvicinarsi del periodo natalizio, gli italiani sono orientati soprattutto verso le carte rateali (35,8% delle richieste), che permettono di rimborsare gli acquisti in piccole rate, anziché in un’unica soluzione. Al secondo posto, troviamo le classiche carte a saldo, che sono state richieste a novembre dal 34% del campione: in questo caso, la ‘stangata’ natalizia arriverà con l’anno nuovo, nella data concordata con la banca. Le carte prepagate riscuotono un successo inferiore e ottengono il 30,2% delle preferenze: si tratta di strumenti che non permettono di ottenere credito e dunque si rivelano meno adatti per le ingenti spese del Natale.
I soldi per i pagamenti devono essere caricati sulla carta e vengono scalati nel momento stesso in cui si effettua l’acquisto. La spesa media dichiarata da chi cerca una carta di credito sotto Natale non è, però, elevata: quasi il 40% del campione, a novembre, ha detto di spendere tra i 250 e i 500 euro, mentre il 44% resta al di sotto dei 250 euro. Poco più del 16% si concede spese maggiori di 500 euro al mese e appena il 6% paga oltre i mille euro mensili con la propria carta di credito.
«Gli italiani, da sempre affezionati ai contanti, stanno scoprendo gradualmente i vantaggi delle carte di credito, incentivati anche - commenta Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney - dalla misure introdotte dal governo, che ha ridotto a mille euro il limite massimo per i pagamenti con denaro liquido. L’addebito posticipato delle spese è uno strumento utile per chi non ha l’immediata disponibilità delle somme di cui ha bisogno, una situazione piuttosto comune nel periodo natalizio. Attenzione però ai costi che le carte comportano: in particolare, le carte revolving (con cui la banca, di fatto, fa un prestito al cliente) hanno tassi di interesse che arrivano a sfiorare il 20%». 

Commenta articolo:

Tangenziale Nord, il comune perde al Tar
politica - [29.7.2014]

REGGIO EMILIA (29 LUGLIO 2014) - Il comune non può sospendere sine die la procedura di un atto amministrativo, nella fattispecie una concessione edilizia. Deve sempre agire per “gravi motivi” e in tempi certi. Il Tar di Parma ha così dato ragione alla Teknimond di Uber Mazzoli e ha condannato il comune di Reggio Emilia, e insieme ad esso l’Anas.

Scontro frontale auto-camion a Guastalla: morta moldava di 47 anni
citta - [29.7.2014]

GUASTALLA (29 LUGLIO 2014) - I sanitari non hanno potuto salvare Arufe Jakupi, la 46enne moldava che, nel primo pomeriggio di lunedì', si è schianta in auto contro un camion sulla Cispadana: troppo gravi le ferite che aveva riportato, e il suo decesso è avvenuto qualche ora dopo il suo ricovero al'Ospedale Maggiore di Parma. La donna, che lavorava alla Tecnogas di Gualtieri, abitava a San Martino di Guastalla in via Sant'Ignazio. 

Aumenti bus? Da respingere. Pagliani: “I reggiani non sono il bancomat di Seta”
citta - [29.7.2014]

REGGIO EMILIA (29 LUGLIO 2014) – ”L’affrettata trasformazione della nostra società di trasporto pubblico, senza una reale valutazione dei vantaggi o meno alla stessa collegati, continua ad essere pagata dagli utenti. Seta ogni giorno che passa si rileva un carrozzone inutile e più grande di quelli del passato. E i reggiani pagano”.

Il perito mette in dubbio il test alcolemico del S.Sebastiano di Correggio
provincia - [29.7.2014]

REGGIO EMILIS (29 LUGLIO 2014) - La sera del 27 dicembre del 2010 un giovane correggese che adesso ha 28 anni, dopo una cena in pizzeria con amici, provocò un incidente stradale e, come da prassi, venne portato all'ospedale  San Sebastiano per essere sottoposto ad accertamenti sul tasso alcolico. 

Tentato furto alla Til: individuato il complice
citta - [29.7.2014]

REGGIO EMILIA (29 LUGLIO 2014) - I carabinieri hanno individuato il secondo individuo che, l'altra notte, si era introdotto nel parcheggio Til in viale Trento e Trieste: si tratta di una altro giovane straniero che però, a differenza del primo, catturato dai carabinieri, è maggiorenne. 

SCARICA LA GUIDA
"NOI CITTADINI"
aggiornamento settimanale
Registro Aziende Sostenitrici
ricerca aziende
 
TV IN DIRETTA (SELEZIONA CANALE)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
Per effettuare una ricerca si può inserire una qualunque combinazione di termini o una data specifica.
Ricerca libera  Ricerca per data
L’Europa fa rima con Euro, ma è una moneta che ci sta sulle scatole

L’Europa fa rima con Euro, ma è una moneta che ci sta sulle scatole
di Andrea Pamparana

Elezioni Europee: milioni di cittadini in contemporanea in tutto il continente sceglieranno i propri rappresentanti al Parlamento europeo per i prossimi cinque anni. Un politico in Italia ha promesso...dentiere per gli anziani e crocchette meno care per cani e gatti.

La cura del rigore non può ammazzare il malato

La cura del rigore non può ammazzare il malato
di Tiziano Motti

 Subito liquidità dall’Europa per salvare il sistema della imprese, piano a vasto raggio per il lavoro, impiego immediato di tutti i fondi strutturali disponibili, grandi infrastrutture in project financing, varo degli Eurobond per ridurre gli interessi sul debito degli Stati.

Solidarietà a imprenditori e operai suicidi
Magdi Cristiano Allam

Lancio la proposta di promuovere una giornata nazionale di lutto e solidarietà...

Giustizia per il popolo greco
Magdi Cristiano Allam

Nessuna pietà per i greci! I loro governanti sono stati degli imbroglioni...

La dittatura mediatica
Magdi Cristiano Allam

La dittatura finanziaria non potrebbe sussistere senza la dittatura mediatica...

Un confessionale itinerante per "inseguire" i fedeli

Un confessionale itinerante per "inseguire" i fedeli

Per avvicinare i fedeli in Polonia è nato il primo confessionale mobile, un furgone allestito che ha ottenuto il nulla osta del vescovo Edward Dajczak della diocesi di Koszalin

A Berlino il primo ristorante per cani e gatti

A Berlino il primo ristorante per cani e gatti

Anche Fido, ora, ha il suo ristorante. Ha aperto infatti in pieno centro a Berlino il primo ristorante completamente dedicato agli amici a quattro zampe

Arriva lo slip anti-puzzette

Arriva lo slip anti-puzzette

La soluzione per chi soffre di meteorismo arriva da un'azienda britannica specializzata in articoli medici che ha lanciato sul mercato un nuovo modello di biancheria intima