Rom, dopo l'aggressione di Massenzatico "Il Comune non si limiti alla solidarietà"

La Lega Nord: bisogna fare rispettare la legalità

Reggio Emilia, Italia, 26/02/2012

La Lega Nord: bisogna fare rispettare la legalità

REGGIO EMILIA (27 febbraio 2012) - Il consigliere comunale leghista Matteo Iotti interviene sull’aggressione subita l’altra sera da un frequentatore della “Paradisa” di Massenzatico. In questo frequentatissimo centro sociale, come si ricorderà, il 55enne Fabrizio Belli è stato colpito da un pugno da un giovane, che i testimoni indicano come un nomade, che si era presentato nei locali, con altri coetanei che come lui apparivano alticci. Belli, che il gruppo aveva cominciato a molestare, era stato colpito e fatto cadere a terra mentre si accingeva a chiamare i carabinieri. Il gruppo è poi fuggito, e al momemento i carabinieri non hanno individuato nè l’aggressore nè i suoi amici.
Il consigliere leghista chiede ora che il Comune, «oltre che la solidarietà, faccia dei gesti tangibili  il rispetto della legalità». Scrive Iotti: «Sono anni che i cittadini di Massenzatico e di Pratofontana subiscono passivamente gli effetti negativi di una convivenza intollerabile con la comunità nomade, nel silenzio delle istituzioni. Occorre che anche il Comune faccia la sua parte, e che oltre alle dichiarazioni di solidarietà dell’assessore alla Sicurezza Franco Corradini (alle quali ci associamo), si passi anche ai fatti».
Il consigliere prosegue: «Mi auguro che la magistratura e le forze dell’ordine giungano in tempi rapidi all’individuazione dei soggetti che hanno compiuto questo ignobile gesto, e che gli stessi vengano giustamente e duramente puniti. Indicativo il fatto che una delle auto utilizzata per la fuga da questi criminali sia stata ritrovata nei pressi del campo nomadi di via Gramsci».
Prosegue Iotti: «Qualora si accertassero responsabilità o anche solo connivenze o favoreggiamenti da parte di ospiti del campo nomadi di via Gramsci, da parte del Comune mi auspico che vengano presi i provvedimenti di cui al regolamento dei campi nomadi, e che a Reggio non ci sia alcuna ospitalità per questi individui».
La conclusione è questa: «Il rispetto della legalità è il primo requisito per la convivenza civile tra le persone, e Reggio non può e non deve tollerare in alcun modo che certi fatti rimangano impuniti».

Commenta l'articolo

Video del giorno

I biofurbi: Cosmetici - Report 14/12/2014

Immagine del giorno

La diva è mancata nella sua casa di Hollywood

Addio a Shirley Temple

Guida ai comuni

Area download

Ricerca attivita

Il sondaggio

Il semestre di presidenza italiana al Parlamento Europeo porterà benefici all'Italia?

×